ORARIO DELLE SANTE MESSE:                                     GIORNI FERIALI ORE 16,30                                              DOMENICHE E SOLENNITA' ORE 11.00 - 16.30 - 18.00

27 Agosto 2016 Anniversario dell Incoronazione della Venerata Immagine della Beata Vergine maria del Romitello

IN OCCASIONE DEI 100 ANNI DELLA PRESENZA DEI MISSIONARI PASSIONISTI IN SICILIA QUEST'ANNO IL QUADRO DELLA MADONNA E' STATO PORTATO ANCHE AL MONASTERO DI BORGETTO

31 Maggio 2016 Dedicazione del Santuario della Beata Vergine del Romitello

Un mese di maggio veramente storico per il Santuario della Madonna del Romitello

 

 

 

L’anno 2016 sarà sicuramente ricordato come un periodo molto importante della vita del Santuario della Beata Vergine Maria Addolorata del Romitello. Questo mese così ricco di momenti liturgici di festa, prima fra tutte quella del 10 Maggio, e che vede salire ogni anno migliaia e migliaia di devoti pellegrini per l’incontro di fede con Dio e con la Madonna, ha avuto la sua stupenda conclusione con la celebrazione della Dedicazione della Chiesa e dell’Altare presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Michele Pennisi Arcivescovo di Monreale, martedì 31 maggio scorso.

 

Come ogni anno il Mese Mariano si è aperto con la celebrazione della novena alla Madonna del Romitello che ogni sera è stata animata da una Parrocchia o da una Comunità del Paese di Borgetto o dei Paesi limitrofi al Santuario; ogni pomeriggio la preghiera al Santuario ha avuto inizio con l’Esposizione del SS. Sacramento ed un bel momento di Adorazione Eucaristica, la preghiera del Santo Rosario, tanto cara alla Madonna è sempre stata vissuta in modo coinvolgente dai fedeli ed ha preceduto sempre la Celebrazione Eucaristica, permettendo di creare un clima di orazione e meditazione. Il 9 maggio alla sera, sono stati celebrati i Primi Vespri Solenni della Festa della Madonna del Romitello, presieduti dal nostro Superiore Regionale P. Mario Madonna; è seguita una Adorazione Eucaristica notturna che si è conclusa dopo la mezzanotte, animata da preghiere, meditazioni e canti tratti dal Rinnovamento nello Spirito Santo. Tutta la notte il Santuario è rimasto aperto e i pellegrini a gruppi sono arrivati a piedi, provenienti da diversi paesi, il primo nutrito pellegrinaggio a piedi è arrivato dopo le 3.00 di notte da Carini, come è ormai tradizione, che hanno partecipato alla prima S. Messa delle ore 4.00; poi per tutto il resto della giornata moltissimi pellegrini provenienti specialmente  dalle Province di Palermo e di Trapani sono arrivati al Santuario per vivere questo giorno di Festa per la nostra Madre Celeste e per lasciarsi indicare da Lei la strada verso il Suo Figlio Divino Gesù: infatti Maria vuole condurre tutti noi verso il Suo Figlio Gesù Cristo, perché solo attraverso di Lui possiamo ottenere la pace e la salvezza; il pellegrino devoto che sale al Romitello dunque può testimoniare nella fede che l’incontro con la Madre di Dio è un invito a Confessarsi e a ricevere il Signore Gesù nell’Eucaristia.

 

La Festa ha trovato la sua conclusione nella discesa del Venerato Quadro della Madonna del Romitello in paese a Borgetto con la processione per le vie cittadine e la calorosa accoglienza presso la Chiesa Madre.

 

Il giorno 21 Maggio è stato anche un momento di grazia particolare: l’Arcidiocesi di Monreale ha scelto infatti il Santuario del Romitello come luogo in cui celebrare il Giubileo Diocesano degli Ammalati e dei Diversamente Abili. L’Arcivescovo di Monreale, Mons. Pennisi ha presieduto la celebrazione di questo meraviglioso momento ecclesiale che ha visto la partecipazione di numerosi fratelli e sorelle che con le loro sofferenze partecipano in maniera esistenziale alla Passione di Cristo. La Santissima Vergine Addolorata del Romitello, Regina dei martiri, con la sua presenza fonte di consolazione ha donato a questi fedeli un messaggio di speranza e un invito a testimoniare in modo sempre più vivo e convinto la propria fede nel Suo Figlio Divino Gesù, anche nelle sofferenze che la malattia o la disabilità possono comportare.

 

A coronamento del mese di maggio infine, il giorno 31 Festa della Visitazione di Maria, nel Santuario gremito di fedeli è stata celebrata la Dedicazione della Chiesa. La liturgia è stata molto ricca e con tanti momenti pieni di significato.

 

Monsignor Pennisi nell’omelia ha messo in risalto i segni della dedicazione della Chiesa dell’ambone e dell’altare, icona visibile del mistero di Cristo e della Chiesa, ed ha proseguito dicendo che “in questa casa di preghiera si raduna il popolo fedele per invocare il nome del Signore, per nutrirsi della sua Parola e per vivere dei suoi sacramenti. Questa dimora di Dio tra gli uomini, questo tempio santo viene costruito con pietre vive sul fondamento degli Apostoli, in Cristo Gesù… qui il povero trovi misericordia, l’oppresso ottenga libertà ed ogni uomo goda della dignità dei figli di Dio”.

 

Con questa celebrazione, che ha visto il rito particolare dell’unzione con l’olio santo del Crisma da parte dell’ Arcivescovo del nuovo altare in marmo e delle 12 croci poste alle pareti della chiesa, quello che prima era considerato come un “Salone” , adesso è diventato una vera e propria Chiesa: proprio così, il Santuario della Madonna del Romitello da adesso è una degna casa di salvezza e di grazia; qui bisogna che si raduni il popolo cristiano, per adorare Dio in spirito e verità ed edificarsi nel suo amore.

 

L'Arcivescovo Mons. Michele Pennisi, parlando di questo giorno storico, ha detto che “la Dedicazione è una delle solennità più importanti per una Chiesa; una Chiesa che non va vista soltanto come un edificio materiale, ma va vista come luogo in cui si riunisce l'assemblea liturgica. La chiesa è simbolo di Cristo, è simbolo anche di Maria: la Dedicazione della Chiesa del Santuario della Madonna del Romitello è stata celebrata nel giorno in cui ricordiamo la Visitazione di Maria alla parente Elisabetta, Maria ha portato in grembo Gesù, la Chiesa, l'edificio porta nel Tabernacolo Gesù, è Gesù che dà valore alla Chiesa. Quella di oggi è dunque una grande festa, una festa di gioia e si è molto contenti che questo Santuario ora abbia anche una Chiesa molto bella, molto decorosa, che sempre deve essere animata dalla pietre vive che sono tutti i Cristiani. Il Santuario è per i fedeli un'oasi di pace, un'oasi di perdono in cui si sperimenta la misericordia di Dio; specialmente in questo Anno Santo della Misericordia il Santuario della Beata Vergine del Romitello è Chiesa Giubilare, quindi qui c'è la possibilità di trovare sacerdoti disponibili per le confessioni, c'è la possibilità anche di pregare in silenzio e di condividere con il Signore, ed anche con la Madonna le proprie gioie come pure le proprie ansie e i propri dolori. Vedere come tanta gente si reca in pellegrinaggio in Santuario è un fatto molto positivo che ci dice come la nostra gente sente forte la devozione alla Madonna e la centralità di Cristo per la propria vita.”

 

Il Superiore dei Passionisti di Borgetto, P. Francesco ha detto al riguardo della Dedicazione della Chiesa: “Oggi è un giorno di festa per Borgetto, per la Comunità Passionista di Romitello, i Pellegrini e per tutti i devoti della Madonna Addolorata del Romitello; è un giorno di festa e di grazia: finalmente si realizza un nuovo sogno, quello di donare alla Madonna un nuovo Tempio, una nuova Casa e questo è stato frutto della provvidenza divina che si è manifestata attraverso le offerte dei devoti dei Paesi limitrofi al Santuario, ma anche di fedeli che vivono negli USA, dal North Carolina e da New York, con il Club Astoria Madonna del Romitello. Ringraziamo i giovani della Confraternita della Madonna del Romitello per la loro fattiva collaborazione, ringraziamo anche tutte le autorità civili e militari che sono convenute e la cui presenza è segno di grande attenzione verso il Santuario e tutti i suoi devoti.”

 

La Madonna, nostra dolcissima Madre, benedica a ricolmi di grazie tutti coloro che si sono spesi per la realizzazione di questi eventi, servendo il Signore nella gioia, come ci invita a fare il Salmo 99.

 

 

 

P. Rosario Fontana CP

 

 

 

  

 

 

 

GIORNATA DIOCESANA MONREALESE DELL'AMMALATO AL SANTUARIO DELLA BEATA VERGINE DEL ROMITELLO

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA - ANNO SANTO 2015-2016

IL SANTUARIO DELLA BEATA VERGINE MARIA  ADDOLORATA DEL ROMITELLO

E' STATO DICHIARATOSANTUARIO GIUBILARE

CON DECRETO DELL'ARCIVESCOVO DI MONREALE,

SUA ECCELLENZA MONSIGNOR MICHELE PENNISI.

INIZIO DEL RITO DELL'APERTURA DELLA PORTA SANTA - ANTICO SANTUARIO - 27 DICEMBRE 2015

LA PROCESSIONE DALL'ANTICO SANTUARIO ALLA RINNOVATA AULA LITURGICA - 27 DICEMBRE 2015

APERTURA DELLA PORTA SANTA - DON SANTINO TERRANOVA, PARROCO DI SANTA ROSALIA IN MONTELEPRE - 27 DICEMBRE 2015

UN MOMENTO DELLA SOLENNE CELEBRAZIONE - 27 DICEMBRE 2015

IL SANTUARIO GREMITO DI NUMEROSISSIMI PELLEGRINI - 27 DICEMBRE 2015